SCIENZE DA SCOPRIRE VOLUME 1

1 La nutrizione negli animali Ogni essere vivente, nel corso del suo ciclo vitale, compie delle funzioni che servono per:- la sopravvivenza, come la nutrizione, la respirazione, la circolazione delle sostanze all’interno del corpo, l’escrezione delle sostanze di rifiuto;- la conservazione della specie, come la riproduzione;- il mantenimento delle relazioni con l’ambiente, come la sensibilità, il movimento, l’adattamento.Come avviene la nutrizione negli animali?Tutti gli esseri viventi devono nutrirsi per procurarsi le sostanze utili alla crescita e al funzionamento del proprio organismo, ma la nutrizione avviene in modo diverso negli animali e nei vegetali. Tutti gli animali sono eterotrofi, cioè si nutrono di altri esseri viventi e, con la digestione, demoliscono il cibo ricavandone sostanze che possono essere assimilate e utilizzate per l’accrescimento, per riparare le parti danneggiate o logorate dal tempo e per la produzione di energia. Osserva i due diversi modi di nutrirsi degli animali rappresentati nelle fotografie: L’attinia ( 1 ), detta comunemente anemone di mare, è un animale che vive fissato al fondale marino. Poiché non può muoversi per cercare cibo, deve poter catturare le piccole prede che le passano accanto e ha a questo scopo un’apertura boccale circondata da tentacoli e ciglia. I rifiuti sono eliminati nell’ambiente attraverso la stessa apertura. All’interno del corpo ci sono strutture capaci di digerire le particelle alimentari. Il lombrico ( 2 ) è invece in grado di muoversi in modo autonomo e quindi di cercare cibo. Presenta una bocca, situata nella parte anteriore del corpo, per afferrare e introdurre il cibo, una faringe per convogliarlo nello stomaco, dove avvengono le principali fasi della digestione, e nell’intestino, dove viene ultimata la digestione e vengono assorbite le sostanze utili. Nella parte posteriore del corpo c’è l’ano, un’apertura dalla quale sono eliminati i rifiuti.La modalità con cui avviene la nutrizione dipende quindi dalla possibilità di movimento:- negli animali più semplici che vivono fissati al fondale marino, non esiste un vero e proprio apparato digerente con organi specializzati;- negli animali capaci di movimento autonomo, l’apparato digerente è costituito da un “tubo” che si estende per tutta la lunghezza del corpo, con organi differenziati a seconda della funzione.Carnivori ed erbivori hanno lo stesso tipo di apparato digerente?La struttura degli organi dell’apparato digerente si è modificata nel corso dell’evoluzione nei vari gruppi animali, anche in base al tipo di alimentazione. Ad esempio, nei mammiferi carnivori ( 3 ), i denti, fatti per afferrare e lacerare la preda, sono di forma molto diversa tra loro, con canini appuntiti, incisivi piccoli, molari con punte; negli erbivori ( 4 ), invece, i denti sono quasi tutti simili tra loro, adatti a strappare e triturare l’erba. Negli erbivori l’intestino è più lungo rispetto a quello dei carnivori: l’erba fornisce meno energia di altri alimenti e occorre mangiarne in gran quantità; inoltre richiede un processo digestivo molto complesso. Come si nutre la lampreda Analizza Che cosa vedi al centro del corpo dell’attinia? Da dove entra il cibo? Da dove esce?A che cosa servono i tentacoli?Che aspetto ha l’apparato digerente del lombrico?Da dove entra il cibo e da dove escono i rifiuti? HAI CAPITO CHE... Il modo in cui si nutrono gli animali varia in base alla loro possibilità di muoversi.Il loro apparato digerente si differenzia anche in base al tipo di alimentazione. Lo stomaco dei ruminanti Analizza Quali differenze osservi tra i denti dei due animali? >> VERSO LE COMPETENZEOsserva e collegaNei disegni sono rappresentati gli apparati boccali di quattro specie di insetti. Osservali attentamente, leggi le quattro descrizioni che sono state messe in disordine e fai i giusti abbinamenti scrivendo il numero corrispondente nel quadratino bianco.1 L’apparato boccale del maggiolino è adatto a masticare vegetali.2 L’apparato boccale della farfalla è adatto a succhiare il nettare dei fiori.3 L’apparato boccale della mosca è adatto a lambire e succhiare.4 L’apparato boccale della zanzara è adatto a pungere e succhiare sangue.
1 La nutrizione negli animali Ogni essere vivente, nel corso del suo ciclo vitale, compie delle funzioni che servono per:- la sopravvivenza, come la nutrizione, la respirazione, la circolazione delle sostanze all’interno del corpo, l’escrezione delle sostanze di rifiuto;- la conservazione della specie, come la riproduzione;- il mantenimento delle relazioni con l’ambiente, come la sensibilità, il movimento, l’adattamento.Come avviene la nutrizione negli animali?Tutti gli esseri viventi devono nutrirsi per procurarsi le sostanze utili alla crescita e al funzionamento del proprio organismo, ma la nutrizione avviene in modo diverso negli animali e nei vegetali. Tutti gli animali sono eterotrofi, cioè si nutrono di altri esseri viventi e, con la digestione, demoliscono il cibo ricavandone sostanze che possono essere assimilate e utilizzate per l’accrescimento, per riparare le parti danneggiate o logorate dal tempo e per la produzione di energia. Osserva i due diversi modi di nutrirsi degli animali rappresentati nelle fotografie: L’attinia ( 1 ), detta comunemente anemone di mare, è un animale che vive fissato al fondale marino. Poiché non può muoversi per cercare cibo, deve poter catturare le piccole prede che le passano accanto e ha a questo scopo un’apertura boccale circondata da tentacoli e ciglia. I rifiuti sono eliminati nell’ambiente attraverso la stessa apertura. All’interno del corpo ci sono strutture capaci di digerire le particelle alimentari. Il lombrico ( 2 ) è invece in grado di muoversi in modo autonomo e quindi di cercare cibo. Presenta una bocca, situata nella parte anteriore del corpo, per afferrare e introdurre il cibo, una faringe per convogliarlo nello stomaco, dove avvengono le principali fasi della digestione, e nell’intestino, dove viene ultimata la digestione e vengono assorbite le sostanze utili. Nella parte posteriore del corpo c’è l’ano, un’apertura dalla quale sono eliminati i rifiuti.La modalità con cui avviene la nutrizione dipende quindi dalla possibilità di movimento:- negli animali più semplici che vivono fissati al fondale marino, non esiste un vero e proprio apparato digerente con organi specializzati;- negli animali capaci di movimento autonomo, l’apparato digerente è costituito da un “tubo” che si estende per tutta la lunghezza del corpo, con organi differenziati a seconda della funzione.Carnivori ed erbivori hanno lo stesso tipo di apparato digerente?La struttura degli organi dell’apparato digerente si è modificata nel corso dell’evoluzione nei vari gruppi animali, anche in base al tipo di alimentazione. Ad esempio, nei mammiferi carnivori ( 3 ), i denti, fatti per afferrare e lacerare la preda, sono di forma molto diversa tra loro, con canini appuntiti, incisivi piccoli, molari con punte; negli erbivori ( 4 ), invece, i denti sono quasi tutti simili tra loro, adatti a strappare e triturare l’erba. Negli erbivori l’intestino è più lungo rispetto a quello dei carnivori: l’erba fornisce meno energia di altri alimenti e occorre mangiarne in gran quantità; inoltre richiede un processo digestivo molto complesso. Come si nutre la lampreda Analizza Che cosa vedi al centro del corpo dell’attinia? Da dove entra il cibo? Da dove esce?A che cosa servono i tentacoli?Che aspetto ha l’apparato digerente del lombrico?Da dove entra il cibo e da dove escono i rifiuti? HAI CAPITO CHE... Il modo in cui si nutrono gli animali varia in base alla loro possibilità di muoversi.Il loro apparato digerente si differenzia anche in base al tipo di alimentazione. Lo stomaco dei ruminanti Analizza Quali differenze osservi tra i denti dei due animali? >> VERSO LE COMPETENZEOsserva e collegaNei disegni sono rappresentati gli apparati boccali di quattro specie di insetti. Osservali attentamente, leggi le quattro descrizioni che sono state messe in disordine e fai i giusti abbinamenti scrivendo il numero corrispondente nel quadratino bianco.1 L’apparato boccale del maggiolino è adatto a masticare vegetali.2 L’apparato boccale della farfalla è adatto a succhiare il nettare dei fiori.3 L’apparato boccale della mosca è adatto a lambire e succhiare.4 L’apparato boccale della zanzara è adatto a pungere e succhiare sangue.