SCIENZE DA SCOPRIRE VOLUME 1

Costruisci le tue competenze Impara a classificare i frutti Qualche informazione I botanici hanno classificato i vari tipi di frutti in base alla struttura del pericarpo, la parte che circonda il seme, e hanno identificato due gruppi: 1. i frutti secchi, con il pericarpo sottile e fibroso; 2. i frutti carnosi, con il pericarpo succoso e colorato. I frutti secchi sono a loro volta suddivisi in: a. deiscenti, se si aprono spontaneamente a maturazione avvenuta, seguendo una linea di scissione preesistente o con “dispositivi” speciali ( 1 ); b. indeiscenti, se non si aprono a maturazione, e il seme, per uscire, deve attendere che il frutto sia marcito ( 2 ). Nei frutti carnosi il pericarpo è formato da tre strati caratteristici: l’esocarpo, il mesocarpo e l’endocarpo. Nella pesca ( 3 ), per esempio, l’esocarpo è la “buccia” vellutata, il mesocarpo è la polpa succosa e l’endocarpo è il nocciolo lignificato e indurito dentro al quale alloggia il seme. A seconda della struttura di questi tre strati ci possono essere diversi tipi di frutti carnosi. Ora puoi provare a classificare i frutti: procuratene alcuni, osservali attentamente all’esterno e, dopo averli sezionati, anche all’interno. Usa la “chiave di riconoscimento” della pagina seguente per scoprire a quale gruppo appartengono. Ti stupirai di trovare la noce classificata come la ciliegia e l’albicocca nella categoria delle drupe. Quello che mangi della noce è il seme, detto gheriglio. Il gheriglio è avvolto nel frutto formato dal guscio, endocarpo lignificato, e dal mallo carnoso che racchiude il guscio quando si trova ancora sulla pianta. Il mallo è il mesocarpo e l’esocarpo del frutto. Chiave di riconoscimento dei frutti
Costruisci le tue competenze Impara a classificare i frutti Qualche informazione I botanici hanno classificato i vari tipi di frutti in base alla struttura del pericarpo, la parte che circonda il seme, e hanno identificato due gruppi: 1. i frutti secchi, con il pericarpo sottile e fibroso; 2. i frutti carnosi, con il pericarpo succoso e colorato. I frutti secchi sono a loro volta suddivisi in: a. deiscenti, se si aprono spontaneamente a maturazione avvenuta, seguendo una linea di scissione preesistente o con “dispositivi” speciali ( 1 ); b. indeiscenti, se non si aprono a maturazione, e il seme, per uscire, deve attendere che il frutto sia marcito ( 2 ). Nei frutti carnosi il pericarpo è formato da tre strati caratteristici: l’esocarpo, il mesocarpo e l’endocarpo. Nella pesca ( 3 ), per esempio, l’esocarpo è la “buccia” vellutata, il mesocarpo è la polpa succosa e l’endocarpo è il nocciolo lignificato e indurito dentro al quale alloggia il seme. A seconda della struttura di questi tre strati ci possono essere diversi tipi di frutti carnosi. Ora puoi provare a classificare i frutti: procuratene alcuni, osservali attentamente all’esterno e, dopo averli sezionati, anche all’interno. Usa la “chiave di riconoscimento” della pagina seguente per scoprire a quale gruppo appartengono. Ti stupirai di trovare la noce classificata come la ciliegia e l’albicocca nella categoria delle drupe. Quello che mangi della noce è il seme, detto gheriglio. Il gheriglio è avvolto nel frutto formato dal guscio, endocarpo lignificato, e dal mallo carnoso che racchiude il guscio quando si trova ancora sulla pianta. Il mallo è il mesocarpo e l’esocarpo del frutto. Chiave di riconoscimento dei frutti