SCIENZE DA SCOPRIRE VOLUME 1

6 Conquistare e difendere il territorio Durante il periodo riproduttivo lo spinarello segnala la sua presenza alla femmina grazie alla colorazione rossa del suo addome. Se però un altro maschio si avvicina al nido, lo stesso segnale scatena un comportamento aggressivo: lo spinarello si scaglia violentemente contro l’altro maschio (51) per cacciarlo lontano e difendere così la zona attorno al nido, cioè il suo territorio. Il territorio per un animale rappresenta lo spazio ben delimitato in cui cercare cibo, accoppiarsi, proteggere la prole. Esistono territori individuali, di coppia, legati al periodo riproduttivo, e di gruppo, negli animali sociali. Gli animali che difendono il loro territorio dall’aggressione di animali della stessa specie sono detti territoriali. Ciò è facilmente comprensibile se pensi al fatto che accettare animali della propria specie nel proprio territorio significa dividere le risorse alimentari. L’unico “intruso” che viene accettato nel proprio territorio è la femmina durante il periodo dell’accoppiamento. Come viene conquistato un territorio? Come viene difeso?Osserva il comportamento illustrato. Due lupi lottano per il territorio: la lotta non finirà con la morte di uno dei due ma il lupo sconfitto offrirà all’avversario il lato del collo, che è una zona particolarmente vulnerabile (52). Questo è un comportamento di sottomissione che frena l’aggressività del “nemico”. 51 Due spinarelli maschi in combattimento HAI CAPITO CHE... Il territorio è lo spazio in cui l’animale cerca il cibo, si accoppia, protegge la prole. Analizza Quale dei due lupi vince la lotta per il territorio? Da che cosa lo puoi capire? La conquista del territorio avviene dunque quasi sempre attraverso competizioni e lotte tra maschi. Lo sconfitto lancia segnali di resa e si allontana, mentre il vincitore diventa il proprietario del territorio. Le stesse lotte avvengono per difendere il territorio appena conquistato dall’invasione di un intruso. Perché la difesa sia efficace i confini dell’area del territorio devono essere preventivamente delimitati da particolari segnali, detti marcature, che spesso hanno anche funzione di richiamo sessuale per la femmina ma che, per gli altri maschi della stessa specie, significano “divieto di entrata”. Osserva i comportamenti. Il coniglio selvatico strofina il mento contro i cespugli e le rocce che circondano la tana; vicino al suo mento sboccano delle particolari ghiandole che producono una sostanza odorosa di riconoscimento (53). Il topo gonfia il pelo se si accorge che nelle vicinanze c’è un intruso. In questo modo appare più grosso di quanto è in realtà (54). La scimmia urlatrice emette grida per segnalare la sua presenza (55). Analizza Quale tipo di comportamento mostrano gli animali delle fotografie? Quali segnali sono usati? Le marcature possono essere di diversi tipi: - marcature odorose, se si tratta di sostanze chimiche prodotte da particolari ghiandole o presenti nelle urine o nelle feci; - marcature visive, se gli animali segnalano con movimenti del corpo la loro presenza nel territorio; sono marcature di questo tipo il rizzare i peli dei mammiferi, il mostrare i denti, ma anche le parate degli uccelli; - marcature sonore, come il canto degli uccelli, il gracidare delle rane, le urla, i latrati, gli ululati, i ruggiti. HAI CAPITO CHE... La conquista e la difesa di un territorio specifico sono comportamenti che garantiscono agli animali la sopravvivenza rispetto ad altri animali della stessa specie o di specie diverse. Com’è suddiviso il territorio di un animale? In un territorio si riconoscono diverse aree (56): - area centrale o di domicilio ( a ): è il cuore del territorio, in cui l’animale nidifica e dorme; - territorio vero e proprio ( b ): è l’area che viene marcata e difesa; - area famigliare ( c ): è l’area in cui l’animale può ancora spostarsi senza pericoli; - area di esplorazione ( d ): è l’area in cui l’animale entra solo in condizioni particolari, come la penuria di cibo nelle aree a, b, c. >> VERSO LE COMPETENZE Trai informazioni da un testo e da uno schema Le dimensioni del territorio variano a seconda delle caratteristiche comportamentali dell’animale. Un animale solitario avrà bisogno di un territorio in proporzione più vasto di quello necessario a un animale sociale e lo stesso vale per un carnivoro nei confronti di un erbivoro. Anche la quantità di cibo e di rifugi influenza le dimensioni del territorio: animali della stessa specie hanno bisogno di un territorio molto vasto se cibo e rifugi sono scarsi e di un territorio più piccolo in caso contrario. Nello schema una serie di cerchi gialli e una serie di cerchi rossi evidenziano territori di diversa estensione. a. Quali cerchi rappresentano il territorio dei lupi (carnivori)? E quello dei camosci (erbivori)? b. Perché?
6 Conquistare e difendere il territorio Durante il periodo riproduttivo lo spinarello segnala la sua presenza alla femmina grazie alla colorazione rossa del suo addome. Se però un altro maschio si avvicina al nido, lo stesso segnale scatena un comportamento aggressivo: lo spinarello si scaglia violentemente contro l’altro maschio (51) per cacciarlo lontano e difendere così la zona attorno al nido, cioè il suo territorio. Il territorio per un animale rappresenta lo spazio ben delimitato in cui cercare cibo, accoppiarsi, proteggere la prole. Esistono territori individuali, di coppia, legati al periodo riproduttivo, e di gruppo, negli animali sociali. Gli animali che difendono il loro territorio dall’aggressione di animali della stessa specie sono detti territoriali. Ciò è facilmente comprensibile se pensi al fatto che accettare animali della propria specie nel proprio territorio significa dividere le risorse alimentari. L’unico “intruso” che viene accettato nel proprio territorio è la femmina durante il periodo dell’accoppiamento. Come viene conquistato un territorio? Come viene difeso?Osserva il comportamento illustrato. Due lupi lottano per il territorio: la lotta non finirà con la morte di uno dei due ma il lupo sconfitto offrirà all’avversario il lato del collo, che è una zona particolarmente vulnerabile (52). Questo è un comportamento di sottomissione che frena l’aggressività del “nemico”. 51 Due spinarelli maschi in combattimento HAI CAPITO CHE... Il territorio è lo spazio in cui l’animale cerca il cibo, si accoppia, protegge la prole. Analizza Quale dei due lupi vince la lotta per il territorio? Da che cosa lo puoi capire? La conquista del territorio avviene dunque quasi sempre attraverso competizioni e lotte tra maschi. Lo sconfitto lancia segnali di resa e si allontana, mentre il vincitore diventa il proprietario del territorio. Le stesse lotte avvengono per difendere il territorio appena conquistato dall’invasione di un intruso. Perché la difesa sia efficace i confini dell’area del territorio devono essere preventivamente delimitati da particolari segnali, detti marcature, che spesso hanno anche funzione di richiamo sessuale per la femmina ma che, per gli altri maschi della stessa specie, significano “divieto di entrata”. Osserva i comportamenti.  Il coniglio selvatico strofina il mento contro i cespugli e le rocce che circondano la tana; vicino al suo mento sboccano delle particolari ghiandole che producono una sostanza odorosa di riconoscimento (53).  Il topo gonfia il pelo se si accorge che nelle vicinanze c’è un intruso. In questo modo appare più grosso di quanto è in realtà (54).  La scimmia urlatrice emette grida per segnalare la sua presenza (55). Analizza Quale tipo di comportamento mostrano gli animali delle fotografie? Quali segnali sono usati? Le marcature possono essere di diversi tipi: - marcature odorose, se si tratta di sostanze chimiche prodotte da particolari ghiandole o presenti nelle urine o nelle feci; - marcature visive, se gli animali segnalano con movimenti del corpo la loro presenza nel territorio; sono marcature di questo tipo il rizzare i peli dei mammiferi, il mostrare i denti, ma anche le parate degli uccelli; - marcature sonore, come il canto degli uccelli, il gracidare delle rane, le urla, i latrati, gli ululati, i ruggiti. HAI CAPITO CHE... La conquista e la difesa di un territorio specifico sono comportamenti che garantiscono agli animali la sopravvivenza rispetto ad altri animali della stessa specie o di specie diverse. Com’è suddiviso il territorio di un animale? In un territorio si riconoscono diverse aree (56): - area centrale o di domicilio ( a ): è il cuore del territorio, in cui l’animale nidifica e dorme; - territorio vero e proprio ( b ): è l’area che viene marcata e difesa; - area famigliare ( c ): è l’area in cui l’animale può ancora spostarsi senza pericoli; - area di esplorazione ( d ): è l’area in cui l’animale entra solo in condizioni particolari, come la penuria di cibo nelle aree a, b, c. >> VERSO LE COMPETENZE Trai informazioni da un testo e da uno schema Le dimensioni del territorio variano a seconda delle caratteristiche comportamentali dell’animale. Un animale solitario avrà bisogno di un territorio in proporzione più vasto di quello necessario a un animale sociale e lo stesso vale per un carnivoro nei confronti di un erbivoro. Anche la quantità di cibo e di rifugi influenza le dimensioni del territorio: animali della stessa specie hanno bisogno di un territorio molto vasto se cibo e rifugi sono scarsi e di un territorio più piccolo in caso contrario. Nello schema una serie di cerchi gialli e una serie di cerchi rossi evidenziano territori di diversa estensione. a. Quali cerchi rappresentano il territorio dei lupi (carnivori)? E quello dei camosci (erbivori)? b. Perché?