SCIENZE DA SCOPRIRE VOLUME 1

Verso l’interrogazione 1. Quali tipi di microrganismi popolano l’ambiente intorno a noi?I microrganismi possono essere osservati solo al microscopio ottico o elettronico. Si trovano dappertutto; alcuni sono utili all’uomo, altri provocano malattie. Sono di diverso tipo: i virus, i batteri, i protisti, i funghi microscopici. 2. Che cosa sono i virus? Come fanno a infettare un organismo?I virus sono più piccoli dei batteri, non hanno una vera e propria struttura cellulare, non sono capaci di riprodursi autonomamente e perciò usano le cellule degli organismi che parassitano. Sono responsabili di molte malattie dell’uomo come l’influenza, il morbillo, l’herpes delle labbra, degli animali e dei vegetali. 3. Che cosa sono i batteri? Come si riproducono? Come superano le condizioni ambientali avverse?I batteri, insieme alle alghe azzurre e agli archeobatteri, appartengono al regno delle monere. Sono unicellulari procarioti, si riproducono per divisione binaria formando delle colonie. Hanno dimensioni microscopiche e forma sferica (cocchi), a bastoncino (bacilli), a spirale (spirilli) e a virgola (vibrioni). Alcuni batteri vivono e si nutrono di sostanze organiche in decomposizione (saprofiti); altri vivono in associazione con altri organismi, in modo che entrambi ne traggano vantaggio (simbionti). Ci sono poi batteri che vivono a spese di altri animali e vegetali, utilizzando il loro metabolismo (parassiti). Se le condizioni ambientali sono sfavorevoli alla sopravvivenza producono spore che permettono loro di sopravvivere in attesa che le condizioni cambino. I batteri possono essere utili o dannosi. Alcuni sono utili per la concimazione del terreno, per la digestione degli animali e per la produzione di vitamine nell’intestino dell’uomo. I batteri dannosi (patogeni) causano malattie quali tonsillite, bronchite, tifo, colera, peste. 4. Quali tipi di protisti conosci?Al regno dei protisti, microrganismi unicellulari ed eucarioti, appartengono protozoi e protofiti. I protozoi sono prevalentemente acquatici e sono eterotrofi; alcuni sono parassiti, come il plasmodio (protozoo della malaria). I protofiti sono autotrofi e acquatici, comprendono la maggior parte delle alghe unicellulari. Sono stati i primi organismi ad arricchire di ossigeno l’atmosfera svolgendo la fotosintesi clorofilliana. 5. Che tipo di organismi sono i funghi?Al regno dei funghi appartengono sia funghi unicellulari sia pluricellulari. Sono tutti eterotrofi. Funghi unicellulari sono i lieviti, usati nella panificazione e nella fermentazione, processo che avviene in assenza di ossigeno e porta alla trasformazione del mosto in vino. Oltre ai funghi che tutti conosciamo, questo gruppo comprende: le muffe che si sviluppano su alcuni alimenti; i funghi simbionti, che vivono in simbiosi con le piante che stanno loro vicino; i funghi saprofiti, che si nutrono decomponendo organismi animali e vegetali morti, e i funghi parassiti, che vivono a spese di altri organismi. Sono formati dal micelio, insieme di lunghi filamenti detti ife, e da un corpo fruttifero (quello che comunemente chiamiamo fungo e vediamo nei prati e nei boschi) in cui si possono distinguere un cappello e un gambo. Si riproducono sia attraverso le spore (riproduzione asessuata) sia per unione di cellule maschili e femminili (riproduzione sessuata).
Verso l’interrogazione 1. Quali tipi di microrganismi popolano l’ambiente intorno a noi?I microrganismi possono essere osservati solo al microscopio ottico o elettronico. Si trovano dappertutto; alcuni sono utili all’uomo, altri provocano malattie. Sono di diverso tipo: i virus, i batteri, i protisti, i funghi microscopici. 2. Che cosa sono i virus? Come fanno a infettare un organismo?I virus sono più piccoli dei batteri, non hanno una vera e propria struttura cellulare, non sono capaci di riprodursi autonomamente e perciò usano le cellule degli organismi che parassitano. Sono responsabili di molte malattie dell’uomo come l’influenza, il morbillo, l’herpes delle labbra, degli animali e dei vegetali. 3. Che cosa sono i batteri? Come si riproducono? Come superano le condizioni ambientali avverse?I batteri, insieme alle alghe azzurre e agli archeobatteri, appartengono al regno delle monere. Sono unicellulari procarioti, si riproducono per divisione binaria formando delle colonie. Hanno dimensioni microscopiche e forma sferica (cocchi), a bastoncino (bacilli), a spirale (spirilli) e a virgola (vibrioni). Alcuni batteri vivono e si nutrono di sostanze organiche in decomposizione (saprofiti); altri vivono in associazione con altri organismi, in modo che entrambi ne traggano vantaggio (simbionti). Ci sono poi batteri che vivono a spese di altri animali e vegetali, utilizzando il loro metabolismo (parassiti). Se le condizioni ambientali sono sfavorevoli alla sopravvivenza producono spore che permettono loro di sopravvivere in attesa che le condizioni cambino. I batteri possono essere utili o dannosi. Alcuni sono utili per la concimazione del terreno, per la digestione degli animali e per la produzione di vitamine nell’intestino dell’uomo. I batteri dannosi (patogeni) causano malattie quali tonsillite, bronchite, tifo, colera, peste. 4. Quali tipi di protisti conosci?Al regno dei protisti, microrganismi unicellulari ed eucarioti, appartengono protozoi e protofiti. I protozoi sono prevalentemente acquatici e sono eterotrofi; alcuni sono parassiti, come il plasmodio (protozoo della malaria). I protofiti sono autotrofi e acquatici, comprendono la maggior parte delle alghe unicellulari. Sono stati i primi organismi ad arricchire di ossigeno l’atmosfera svolgendo la fotosintesi clorofilliana. 5. Che tipo di organismi sono i funghi?Al regno dei funghi appartengono sia funghi unicellulari sia pluricellulari. Sono tutti eterotrofi. Funghi unicellulari sono i lieviti, usati nella panificazione e nella fermentazione, processo che avviene in assenza di ossigeno e porta alla trasformazione del mosto in vino. Oltre ai funghi che tutti conosciamo, questo gruppo comprende: le muffe che si sviluppano su alcuni alimenti; i funghi simbionti, che vivono in simbiosi con le piante che stanno loro vicino; i funghi saprofiti, che si nutrono decomponendo organismi animali e vegetali morti, e i funghi parassiti, che vivono a spese di altri organismi. Sono formati dal micelio, insieme di lunghi filamenti detti ife, e da un corpo fruttifero (quello che comunemente chiamiamo fungo e vediamo nei prati e nei boschi) in cui si possono distinguere un cappello e un gambo. Si riproducono sia attraverso le spore (riproduzione asessuata) sia per unione di cellule maschili e femminili (riproduzione sessuata).