SCIENZE DA SCOPRIRE VOLUME 1

4 Il suolo agrario Un suolo trasformato dall uomo per renderlo adatto alla coltivazione è detto agrario o agricolo. Analizza Quali differenze osservi rispetto al profilo del suolo naturale? SCOPRI Analizza Qual è lo scopo dell aratura? Che cosa c è nel letame? I fertilizzanti artificiali possono essere dannosi per l uomo? 20 Spargimento del fertilizzante chimico con il trattore. 150 Unità 6 Il profilo di un suolo agrario è un po diverso da quello di un suolo naturale. In esso sono presenti due strati: strato attivo: è lo strato più superficiale, soffice e ben aerato, ricco di humus e di organismi a ; strato inerte: è lo strato sottostante, più compatto, poco aerato e povero di humus, ricco di sostanze minerali b . a strato attivo OSSERVA Come è fatto un suolo agrario? b strato inerte SCOPRI Come fa l uomo a modificare un suolo per renderlo agrario? Un terreno agrario ideale per la coltivazione delle piante deve garantire la presenza di aria e acqua circolanti tra i granuli e deve perciò risultare soffice; a questo scopo servono le tecniche di aratura e dissodamento attraverso le quali il terreno viene solcato e rovesciato per ottenere zolle che poi vengono rotte da appositi macchinari. In un suolo naturale i resti dei vegetali della lettiera arricchiscono di humus lo strato sottostante, mentre in un terreno agrario le piante vengono raccolte e il suolo può impoverirsi degli elementi minerali utili alla crescita delle piante stesse. Il suolo agrario è continuamente migliorato dall uomo anche nelle sue caratteristiche chimiche, grazie alla concimazione, alla rotazione agraria e al sovescio. La concimazione è una pratica agraria che prevede l aggiunta al terreno di concimi o fertilizzanti che possono essere: naturali, come il letame, costituito dagli escrementi del bestiame d allevamento mescolato a paglia e foglie dei loro giacigli; il guano, formato dagli escrementi degli uccelli marini; il compost, ottenuto dalla decomposizione dei rifiuti organici; artificiali ( 20 ), cioè prodotti dall industria chimica; apportano al terreno grandi quantità di elementi nutritivi come l azoto, il fosforo, il potassio, ma non ristabiliscono le caratteristiche di porosità e permeabilità. I concimi chimici possono inquinare il suolo e le falde acquifere e diventare nocivi per l uomo se entrano nella catena alimentare attraverso il consumo di frutta e verdura.

SCIENZE DA SCOPRIRE VOLUME 1