SCIENZE DA SCOPRIRE VOLUME 1

per saperne erne di Sto ria Due storici esperimenti Nel 1772 uno scienziato inglese, Joseph Priestley (1733-1804), realizzò un esperimento che è passato alla storia: mise una candela accesa sotto una campana di vetro ( a ) finché si spense ( b ); mise una piantina sotto la stessa campana di vetro per alcuni giorni e poi inserì di nuovo la candela accesa. Verificò che la candela poteva di nuovo bruciare ( c ). La pianta doveva aver restituito all aria quello che la candela aveva consumato. Era stato compiuto il primo passo verso la comprensione della fotosintesi: le piante durante tale processo emettono ossigeno. Joseph Priestley a terreno secco 90 kg c b Lo scienziato belga Jan Baptiste van Helmont (15791644) voleva capire se una pianta, per crescere, ricava le sostanze di cui ha bisogno solo dal terreno: piantò in un grosso vaso, con 90 kg di terreno secco, una piantina di salice di 1 kg; la innaffiò con acqua piovana (acqua pura, priva di minerali) per cinque anni, senza aggiungere altro. + Jan Baptiste van Helmont Alla fine dell esperimento pesò la pianta e il terreno, dopo averlo fatto di nuovo seccare: la pianta pesava 100 kg e il terreno 89,95 kg. Concluse che la pianta ricava ben poco dal terreno, mentre necessita sicuramente di acqua. Le sostanze prelevate dal terreno sono i sali minerali. + giovane albero 1 kg + acqua pura 5 anni dopo terreno secco 89,95 kg albero 100 kg I bisogni fondamentali dei viventi 205
SCIENZE DA SCOPRIRE VOLUME 1