SCIENZE DA SCOPRIRE VOLUME 1

3 Diversi modi di muoversi SCOPRI OSSERVA La fuga a reazione della seppia Analizza Quale particolare struttura fa muovere la medusa? E il lombrico? Come si muove la seppia? Che cosa hanno in comune il gambero e la libellula? Che cosa sono i pedicelli ambulacrali della stella marina? Come si muovono gli invertebrati? Alcuni invertebrati hanno il corpo molle e privo di esoscheletro; tali animali posseggono però uno scheletro idraulico o idroscheletro, costituito da un liquido contenuto nel corpo sul quale i muscoli esercitano una pressione che permette il movimento: la medusa (celenterati) ( 23 ) si lascia trasportare dalle correnti, ma contraendo e rilassando ritmicamente i muscoli della sua ombrella può spostarsi autonomamente; il lombrico (anellidi) ( 24 ) si sposta strisciando sul terreno grazie ai muscoli degli anelli di cui è fatto il suo corpo: i muscoli agiscono sul liquido dell idroscheletro e fanno ritmicamente accorciare e allungare il lombrico; la seppia (molluschi) ( 25 ) si muove nell acqua grazie a poderosi muscoli che fanno ondeggiare i tentacoli e le pieghe della pelle, simili a pinne. In caso di pericolo fugge con un movimento a reazione: l acqua contenuta in una cavità del corpo viene espulsa con forza e proietta l animale all indietro. Gli invertebrati con esoscheletro che avvolge tutta la massa muscolare (crostacei, insetti, ragni) sono dotati di veri e propri arti, con snodi e giunture che li rendono mobili. Gli arti sono modificati in vario modo a seconda dell ambiente di vita: il gambero (crostaceo) ( 26 ) può muoversi anche a ritroso con i suoi otto arti; la libellula (insetti) ( 27 ) vola grazie a due paia di ali membranose. HAI CAPITO CHE... L endoscheletro o scheletro interno è tipico dei vertebrati; l esoscheletro o scheletro esterno e lo scheletro idraulico o idroscheletro sono tipici degli invertebrati. Le stelle marine (echinodermi) ( 28 ) si muovono in modo singolare: usano i pedicelli ambulacrali, organi adatti al movimento che sbucano dai fori delle placche calcaree del loro particolare esoscheletro. Possiedono il sistema acquifero, un insieme di canali che, a partire da un canale circolare, si diramano nel corpo e sono in comunicazione con i pedicelli; all interno circola acqua che fa allungare e accorciare i pedicelli per permettere il movimento. 23 24 26 27 25 28 Stella marina con particolare dei pedicelli ambulacrali. Sensibilità e movimento nei viventi 247

SCIENZE DA SCOPRIRE VOLUME 1