7. La lotta contro le malattie infettive

7 La lotta contro le malattie infettive Il raffreddore e l’influenza sono malattie molto comuni che avrai sentito indicare con il termine “infettive”. Sono dette malattie infettive tutte quelle causate da microrganismi come batteri, virus, protozoi. Molto spesso esse sono anche contagiose, si trasmettono cioè facilmente da un individuo all’altro. Come si può trasmettere una malattia infettiva?Osserva lo schema.L’individuo che trasmette la malattia è detto sorgente di infezione: può essere un malato o un portatore sano, cioè una persona che, pur avendo dentro di sé i microbi, non si ammala grazie a una particolare resistenza del suo organismo. I microrganismi responsabili di malattie, detti patogeni, vengono trasportati dalla sorgente di infezione all’individuo contagiato attraverso i veicoli di infezione e possono entrare nel corpo attraverso la pelle, la bocca, il naso, gli occhi e gli organi genitali.- La pelle normalmente costituisce una buona barriera alla penetrazione dei microbi, ma anche una piccola ferita può diventare un’enorme porta d’entrata per i batteri. Infatti i batteri vivono un po’ dappertutto e possono essere trasportati sino alla pelle dall’aria o da un po’ di terreno rimasto intrappolato sotto le unghie. In questo caso l’aria e il terreno sono detti veicoli di infezione. È indispensabile quindi disinfettare ogni ferita con acqua ossigenata, che ha la capacità di uccidere gran parte dei batteri.- Attraverso la bocca possono entrare i batteri del tifo, del colera, della dissenteria, il virus della parotite, della poliomielite, dell’epatite virale, oltre a uova di vermi parassiti e protozoi patogeni. Naturalmente, in questo caso i veicoli d’infezione sono gli alimenti non lavati con cura (verdure, frutta), non cotti a sufficienza (cozze), preparati e conservati in scarse condizioni igieniche. Anche le mani, non lavate prima di mangiare, possono trasportare pericolosi microrganismi. - Attraverso il naso possono entrare i microrganismi del raffreddore, dell’influenza, della tubercolosi, della difterite, della pertosse, del morbillo, della meningite. In questo caso il veicolo di infezione è l’aria nella quale sono sospese le goccioline di saliva che si emettono starnutendo, tossendo o parlando. - Alcuni microrganismi possono penetrare attraverso la congiuntiva degli occhi, che devono quindi sempre essere lavati accuratamente e protetti con occhiali nelle giornate di vento. - I genitali sono porta di ingresso di numerose malattie, tra cui l’AIDS. Analizza Che cosa s’intende per sorgente di infezione?Attraverso quali veicoli possono essere trasmessi i microrganismi patogeni?Attraverso quali organi i microrganismi patogeni possono entrare nell’individuo contagiato? HAI CAPITO CHE... Le malattie infettive sono causate da batteri, virus, protozoi e sono spesso contagiose. Una malattia infettiva si trasmette da un individuo (sorgente di infezione) a un altro (contagiato) attraverso veicoli di infezione. Quali sono i meccanismi di difesa dell’organismo contro i microrganismi patogeni?L’organismo possiede barriere naturali di difesa.La prima barriera è la pelle integra; le lacrime difendono continuamente gli occhi da polvere e dai batteri presenti nell’aria; il muco prodotto dal naso e dalle vie aeree intrappola i microrganismi patogeni che verranno espulsi attraverso starnuti, tosse o semplicemente incanalati nel tubo digerente dove verranno digeriti; la saliva è capace di distruggere molti batteri. Una volta entrati nel corpo, i microbi cominciano a moltiplicarsi attivamente: alcuni attaccano direttamente le cellule degli organi colpiti, altri producono delle tossine, particolari sostanze velenose che agiscono anche se presenti in piccolissime quantità. A questo punto nell’organismo scattano reazioni di difesa immunitaria . La prima reazione è l’infiammazione della zona infettata: le cellule attaccate dai microrganismi emettono dei messaggi chimici di pericolo producendo una sostanza, l’istamina, che fa dilatare i vasi sanguigni per favorire l’afflusso di sangue e di globuli bianchi. I primi a mobilitarsi sono i monociti e i granulociti, detti anche macrofagi, che attraverso la fagocitosi distruggono i batteri digerendoli. Se l’infezione è estesa si può avere la febbre: la temperatura del corpo aumenta per distruggere i microrganismi che non sopportano temperature superiori ai 37 °C; i ritmi della circolazione e degli altri processi vitali accelerano per favorire l’affluenza del sangue ai tessuti. Analizza Quali sono le barriere naturali di difesa dell’organismo?Da che cosa dipende l’infiammazione dei tessuti?A che cosa serve?Che cos’è la fagocitosi dei microrganismi? HAI CAPITO CHE... Difesa immunitariaMeccanismi messi in atto dal sistema immunitario per difendere l’organismo dall’attacco di sostanze estranee.Immune defenseBiological mechanisms used by the immune system to defend the organism from the attack of foreign substances. Se la prima linea di difesa non è stata sufficiente per eliminare l’infezione, scatta una seconda linea.Entrano in azione dei linfociti B e T, i globuli bianchi capaci di riconoscere gli antigeni, cioè le sostanze estranee che identificano i diversi microrganismi patogeni. I linfociti B producono anticorpi specifici in reazione alla presenza nel corpo degli antigeni. I linfociti T distruggono le cellule del corpo infettato da microrganismi o le cellule cancerogene, in modo da evitare che la malattia si diffonda. Naturalmente, perché i globuli bianchi producano anticorpi occorre un po’ di tempo ma, terminata la malattia, essi acquisiscono una “memoria” che li renderà capaci di produrre molto velocemente anticorpi identici, se ci sarà un nuovo attacco da parte dello stesso tipo di microbo. L’organismo avrà raggiunto, cioè, l’immunità naturale per quella malattia e, in caso di un nuovo contagio, reagirà prontamente distruggendo quel microbo. Alcune malattie come il morbillo, la rosolia, la varicella danno un’immunità permanente, cioè si possono contrarre solo una volta nella vita; altre danno un’immunità di alcuni anni e altri ancora, come il raffreddore e l’influenza, possono manifestarsi più volte e con una certa frequenza. In realtà, anche queste ultime danno immunità, ma si ripetono perché sono determinate, di volta in volta, da ceppi di microrganismi sempre un po’ diversi. Analizza Attraverso quali azioni si verifica la seconda linea di difesa dell’organismo?Quali globuli bianchi producono anticorpi?Quali globuli bianchi distruggono le cellule infettate? HAI CAPITO CHE... L’organismo si difende contro i microrganismi patogeni tramite due tipi di barriere: la prima linea di difesa è costituita dalla pelle, dalle lacrime, dal muco delle vie aeree, dalla saliva e dalle reazioni di difesa immunitaria; la seconda linea di difesa è creata dai linfociti B e T (i primi producono anticorpi specifici, i secondi distruggono le cellule infettate in modo tale da impedire la diffusione della malattia). per saperne di piùChe cos’è un anticorpoUna molecola di anticorpo è una grossa proteina di forma simile a una Y che presenta, all’estremità dei bracci, due zone complementari all’antigene che ha stimolato i linfociti. Un tale anticorpo si può legare specificamente a due molecole di antigene e neutralizzarle formando un complesso antigene- anticorpo.I bracci dell’anticorpo combaciano con l’antigene da neutralizzare>> VERSO LE COMPETENZEIndagine sulle malattie infettiveNella tabella di pagina 80 sono riportati i nomi di alcune malattie causate da batteri e virus. Puoi saperne di più facendo una ricerca: per ogni malattia costruisci un’apposita scheda seguendo la traccia proposta.Indagine sulle vaccinazioniLe vaccinazioni hanno contribuito alla quasi totale scomparsa di malattie come la poliomielite e la difterite, che in passato erano molto diffuse. Il vaccino è un preparato costituito da batteri o virus attenuati o da parti di essi, gli antigeni. Tali antigeni, una volta introdotti nell’organismo non provocano la malattia ma bastano a scatenare la reazione dei globuli bianchi e la produzione di anticorpi.Con la vaccinazione l’organismo sviluppa quindi un’immunità artificiale.Puoi saperne di più facendo una ricerca.a. Quali sono le vaccinazioni obbligatorie in Italia?b. Quando devono essere eseguite?c. Quali sono le vaccinazioni facoltative?
7 La lotta contro le malattie infettive Il raffreddore e l’influenza sono malattie molto comuni che avrai sentito indicare con il termine “infettive”. Sono dette malattie infettive tutte quelle causate da microrganismi come batteri, virus, protozoi. Molto spesso esse sono anche contagiose, si trasmettono cioè facilmente da un individuo all’altro. Come si può trasmettere una malattia infettiva?Osserva lo schema.L’individuo che trasmette la malattia è detto sorgente di infezione: può essere un malato o un portatore sano, cioè una persona che, pur avendo dentro di sé i microbi, non si ammala grazie a una particolare resistenza del suo organismo. I microrganismi responsabili di malattie, detti patogeni, vengono trasportati dalla sorgente di infezione all’individuo contagiato attraverso i veicoli di infezione e possono entrare nel corpo attraverso la pelle, la bocca, il naso, gli occhi e gli organi genitali.- La pelle normalmente costituisce una buona barriera alla penetrazione dei microbi, ma anche una piccola ferita può diventare un’enorme porta d’entrata per i batteri. Infatti i batteri vivono un po’ dappertutto e possono essere trasportati sino alla pelle dall’aria o da un po’ di terreno rimasto intrappolato sotto le unghie. In questo caso l’aria e il terreno sono detti veicoli di infezione. È indispensabile quindi disinfettare ogni ferita con acqua ossigenata, che ha la capacità di uccidere gran parte dei batteri.- Attraverso la bocca possono entrare i batteri del tifo, del colera, della dissenteria, il virus della parotite, della poliomielite, dell’epatite virale, oltre a uova di vermi parassiti e protozoi patogeni. Naturalmente, in questo caso i veicoli d’infezione sono gli alimenti non lavati con cura (verdure, frutta), non cotti a sufficienza (cozze), preparati e conservati in scarse condizioni igieniche. Anche le mani, non lavate prima di mangiare, possono trasportare pericolosi microrganismi. - Attraverso il naso possono entrare i microrganismi del raffreddore, dell’influenza, della tubercolosi, della difterite, della pertosse, del morbillo, della meningite. In questo caso il veicolo di infezione è l’aria nella quale sono sospese le goccioline di saliva che si emettono starnutendo, tossendo o parlando. - Alcuni microrganismi possono penetrare attraverso la congiuntiva degli occhi, che devono quindi sempre essere lavati accuratamente e protetti con occhiali nelle giornate di vento. - I genitali sono porta di ingresso di numerose malattie, tra cui l’AIDS. Analizza Che cosa s’intende per sorgente di infezione?Attraverso quali veicoli possono essere trasmessi i microrganismi patogeni?Attraverso quali organi i microrganismi patogeni possono entrare nell’individuo contagiato? HAI CAPITO CHE... Le malattie infettive sono causate da batteri, virus, protozoi e sono spesso contagiose. Una malattia infettiva si trasmette da un individuo (sorgente di infezione) a un altro (contagiato) attraverso veicoli di infezione. Quali sono i meccanismi di difesa dell’organismo contro i microrganismi patogeni?L’organismo possiede barriere naturali di difesa.La prima barriera è la pelle integra; le lacrime difendono continuamente gli occhi da polvere e dai batteri presenti nell’aria; il muco prodotto dal naso e dalle vie aeree intrappola i microrganismi patogeni che verranno espulsi attraverso starnuti, tosse o semplicemente incanalati nel tubo digerente dove verranno digeriti; la saliva è capace di distruggere molti batteri. Una volta entrati nel corpo, i microbi cominciano a moltiplicarsi attivamente: alcuni attaccano direttamente le cellule degli organi colpiti, altri producono delle tossine, particolari sostanze velenose che agiscono anche se presenti in piccolissime quantità. A questo punto nell’organismo scattano reazioni di difesa immunitaria . La prima reazione è l’infiammazione della zona infettata: le cellule attaccate dai microrganismi emettono dei messaggi chimici di pericolo producendo una sostanza, l’istamina, che fa dilatare i vasi sanguigni per favorire l’afflusso di sangue e di globuli bianchi. I primi a mobilitarsi sono i monociti e i granulociti, detti anche macrofagi, che attraverso la fagocitosi distruggono i batteri digerendoli. Se l’infezione è estesa si può avere la febbre: la temperatura del corpo aumenta per distruggere i microrganismi che non sopportano temperature superiori ai 37 °C; i ritmi della circolazione e degli altri processi vitali accelerano per favorire l’affluenza del sangue ai tessuti. Analizza Quali sono le barriere naturali di difesa dell’organismo?Da che cosa dipende l’infiammazione dei tessuti?A che cosa serve?Che cos’è la fagocitosi dei microrganismi? HAI CAPITO CHE... Difesa immunitariaMeccanismi messi in atto dal sistema immunitario per difendere l’organismo dall’attacco di sostanze estranee.Immune defenseBiological mechanisms used by the immune system to defend the organism from the attack of foreign substances. Se la prima linea di difesa non è stata sufficiente per eliminare l’infezione, scatta una seconda linea.Entrano in azione dei linfociti B e T, i globuli bianchi capaci di riconoscere gli antigeni, cioè le sostanze estranee che identificano i diversi microrganismi patogeni. I linfociti B producono anticorpi specifici in reazione alla presenza nel corpo degli antigeni. I linfociti T distruggono le cellule del corpo infettato da microrganismi o le cellule cancerogene, in modo da evitare che la malattia si diffonda. Naturalmente, perché i globuli bianchi producano anticorpi occorre un po’ di tempo ma, terminata la malattia, essi acquisiscono una “memoria” che li renderà capaci di produrre molto velocemente anticorpi identici, se ci sarà un nuovo attacco da parte dello stesso tipo di microbo. L’organismo avrà raggiunto, cioè, l’immunità naturale per quella malattia e, in caso di un nuovo contagio, reagirà prontamente distruggendo quel microbo. Alcune malattie come il morbillo, la rosolia, la varicella danno un’immunità permanente, cioè si possono contrarre solo una volta nella vita; altre danno un’immunità di alcuni anni e altri ancora, come il raffreddore e l’influenza, possono manifestarsi più volte e con una certa frequenza. In realtà, anche queste ultime danno immunità, ma si ripetono perché sono determinate, di volta in volta, da ceppi di microrganismi sempre un po’ diversi. Analizza Attraverso quali azioni si verifica la seconda linea di difesa dell’organismo?Quali globuli bianchi producono anticorpi?Quali globuli bianchi distruggono le cellule infettate? HAI CAPITO CHE... L’organismo si difende contro i microrganismi patogeni tramite due tipi di barriere: la prima linea di difesa è costituita dalla pelle, dalle lacrime, dal muco delle vie aeree, dalla saliva e dalle reazioni di difesa immunitaria; la seconda linea di difesa è creata dai linfociti B e T (i primi producono anticorpi specifici, i secondi distruggono le cellule infettate in modo tale da impedire la diffusione della malattia). per saperne di piùChe cos’è un anticorpoUna molecola di anticorpo è una grossa proteina di forma simile a una Y che presenta, all’estremità dei bracci, due zone complementari all’antigene che ha stimolato i linfociti. Un tale anticorpo si può legare specificamente a due molecole di antigene e neutralizzarle formando un complesso antigene- anticorpo.I bracci dell’anticorpo combaciano con l’antigene da neutralizzare>> VERSO LE COMPETENZEIndagine sulle malattie infettiveNella tabella di pagina 80 sono riportati i nomi di alcune malattie causate da batteri e virus. Puoi saperne di più facendo una ricerca: per ogni malattia costruisci un’apposita scheda seguendo la traccia proposta.Indagine sulle vaccinazioniLe vaccinazioni hanno contribuito alla quasi totale scomparsa di malattie come la poliomielite e la difterite, che in passato erano molto diffuse. Il vaccino è un preparato costituito da batteri o virus attenuati o da parti di essi, gli antigeni. Tali antigeni, una volta introdotti nell’organismo non provocano la malattia ma bastano a scatenare la reazione dei globuli bianchi e la produzione di anticorpi.Con la vaccinazione l’organismo sviluppa quindi un’immunità artificiale.Puoi saperne di più facendo una ricerca.a. Quali sono le vaccinazioni obbligatorie in Italia?b. Quando devono essere eseguite?c. Quali sono le vaccinazioni facoltative?