7. Classificare i muscoli

7 Classificare i muscoli Se si osservano al microscopio, si può notare che i muscoli non hanno tutti lo stesso aspetto. Ciò dipende dalla diversa disposizione delle proteine, actina e miosina, che rendono diversa la struttura del tessuto muscolare. SCOPRI OSSERVA I muscoli La poliomielite e il vaccino Sabin 20 Quali tipi di muscoli esistono in base al tessuto muscolare? Osserva i tre tipi di tessuto muscolare, gli schemi delle loro fibre e gli organi che fanno contrarre. Nel tessuto muscolare striato ( 20 ) le fibre sono cilindriche, con più nuclei; l actina e la miosina sono disposte in successione regolare a formare bande chiare e scure alternate. Il tessuto muscolare cardiaco ( 21 ) ha un aspetto striato ma le fibre sono collegate tra loro a formare una trama molto fitta. tipico solo del cuore, in cui costituisce il miocardio. Nel tessuto muscolare liscio ( 22 ) le fibre sono a forma di fuso con un solo nucleo; actina e miosina non sono disposte regolarmente. 21 Muscoli scheletrici e cutanei Analizza Quali muscoli presentano il tessuto di tipo striato? Si tratta di muscoli controllati dalla nostra volontà? In quali organi è presente il tessuto muscolare liscio? Si tratta di organi che si contraggono sotto il controllo della nostra volontà? HAI CAPITO CHE... In base al tessuto da cui sono formati, i muscoli si classificano in striati (muscoli volontari), lisci (muscoli involontari) e muscolo cardiaco (muscolo involontario). 304 Unità 12 22 Miocardio Muscoli viscerali I muscoli quindi, in base al tessuto che li forma, sono classificati in: muscoli striati, come i muscoli scheletrici e i muscoli cutanei. Essi fanno muovere le ossa e la pelle; sono muscoli volontari perché si contraggono rapidamente sotto il controllo della nostra volontà; muscolo cardiaco: pur essendo striato, si contrae in modo autonomo, non dipendente dalla nostra volontà. La sua contrazione è controllata da fibre muscolari cardiache specializzate. Il sistema nervoso interviene per regolare la velocità con cui il miocardio si contrae, cioè la frequenza del battito del cuore; muscoli lisci, come i muscoli che rivestono gli organi interni: stomaco, intestino, vescica, vasi sanguigni. Sono detti anche viscerali; sono muscoli involontari perché compiono lente contrazioni non dipendenti dalla nostra volontà. I movimenti dei muscoli lisci sono comunque stimolati dal sistema nervoso autonomo e riguardano funzioni fondamentali per la vita, alle quali non abbiamo bisogno di pensare perché avvengano, come il passaggio degli alimenti nel tubo digerente o il trasporto del sangue nei vasi sanguigni. Quando, ad esempio, occorre meno sangue in una parte del corpo, i vasi sanguigni riducono il loro diametro grazie alla contrazione delle fibre muscolari.
7. Classificare i muscoli