SCIENZE DA SCOPRIRE VOLUME 2

HAI CAPITO CHE... L orecchio si divide in tre parti: orecchio esterno, composto da padiglione auricolare, condotto uditivo e timpano; orecchio medio, composto da cassa timpanica, martello, incudine, staffa, finestra ovale e tromba di Eustachio; orecchio interno, composto da coclea (che contiene l organo del Corti, dove sono alloggiati i recettori dell udito) e nervo acustico. SCOPRI OSSERVA Analizza Che cosa sono i suoni? Qual è il percorso dei suoni nell orecchio? Quale organo sente i suoni? L orecchio medio è formato da una cavità, detta cassa timpanica, che comunica con la faringe mediante un canale, la tromba di Eustachio, che ha la funzione di equilibrare la pressione dell aria sul timpano. Il timpano infatti è a contatto con l aria che entra nel condotto uditivo; in caso di suoni o rumori molto forti, la pressione esercitata dall aria esterna può diventare tanto elevata da lacerare la membrana che lo costituisce. Ciò accade raramente, perché questa pressione viene equilibrata dalla pressione dell aria che dalla bocca arriva al timpano attraverso la tromba di Eustachio. Nell orecchio medio si trovano tre ossicini collegati tra loro: il martello, a contatto con il timpano, l incudine e la staffa, quest ultima a contatto con la finestra ovale, una membrana posta all ingresso dell orecchio interno. L orecchio interno è costituito da una serie di canali e piccole cavità scavate nell osso temporale e ripiene di un liquido, l endolinfa. Il canale nel quale si trovano i recettori dell udito è la coclea o chiocciola; è chiamato così a causa della sua forma avvolta a spirale, simile al guscio di una chiocciola. Nella coclea è alloggiato l organo del Corti, in cui sono contenuti i recettori sonori, cellule dotate di piccole ciglia che si muovono alla pressione dell endolinfa. Dall organo del Corti si diparte il nervo acustico, diretto al cervello. Come funziona l orecchio? Osserva nello schema il percorso di un suono nell orecchio. Quando viene emesso un suono, le molecole d aria intorno alla sorgente sonora entrano in vibrazione. Questa vibrazione si propaga sotto forma di onde sonore che, raccolte dal padiglione auricolare, vengono incanalate nel condotto uditivo, raggiungono il timpano e lo fanno vibrare ( a ). Le vibrazioni del timpano, tramite la catena dei tre ossicini, che le amplificano, arrivano alla finestra ovale e poi alla coclea ( b ). Nella coclea l endolinfa oscilla e va a toccare le ciglia dell organo del Corti, che trasformano le vibrazioni in impulsi nervosi ( c ). Gli impulsi nervosi, attraverso il nervo acustico, raggiungono l area uditiva del cervello ( d ). Il cervello analizza i segnali ricevuti, li confronta con quelli che ha già memorizzato e li trasforma in sensazioni sonore ( e ). il cervello, dunque, a sentire i suoni. condotto uditivo martello, incudine e staffa c a coclea d b nervo acustico suono e cervello padiglione auricolare Gli organi di senso 351
SCIENZE DA SCOPRIRE VOLUME 2