3. La “vita” di un vulcano

3 La “vita” di un vulcano Le eruzioni vulcaniche sono la fase più spettacolare della vita di un vulcano ma si tratta di eventi rari e spesso distanziati nel tempo.Che cosa avviene prima e dopo le eruzioni? Come nasce un vulcano?A grandi profondità il magma si trova all’interno di bacini a temperature e pressioni molto alte. Tali pressioni mantengono il magma allo stato solido ( a ). È sufficiente una frattura interna delle rocce profonde per provocare un abbassamento della pressione: il magma fonde, passa allo stato liquido, aumenta di volume e si fa strada attraverso le spaccature delle rocce ( b ). Quando il magma arriva in superficie avviene l’eruzione. Man mano che il materiale eruttato si accumula sui fianchi, il vulcano cresce. Il vulcano è in attività ( c ). Nel corso della sua vita attiva si susseguono diverse eruzioni ( d ).Ogni eruzione è caratterizzata di solito da fasi che si ripetono, anche in modo diverso:- Fase premonitrice: caratterizzata da una serie di fenomeni come terremoti, boati, riscaldamento delle acque delle sorgenti in prossimità del vulcano; è dovuta alla risalita del magma verso la superficie.- Fase di esplosione: inizia con l’emissione di gas e vapori, poi il cratere si apre o si amplia con un boato e da esso fuoriesce una nube di materiale piroclastico.- Fase di deiezione: la lava trabocca dal cratere e si riversa lungo i fianchi del vulcano.- Fase di emanazione: vengono emessi gas e vapori che concludono l’attività vulcanica. Analizza Che cosa mantiene il magma allo stato solido all’interno del bacino magmatico?Che cosa provoca la risalita del magma? HAI CAPITO CHE... Una spaccatura delle rocce in profondità permette un cambio di pressione e il cambiamento di stato del magma che risale in superficie: è il fenomeno dell’eruzione vulcanica. Quali sono le fasi della vita di un vulcano?Per un vulcano dopo la fase di nascita segue la fase di attività, caratterizzata da eruzioni più o meno frequenti, intervallate da periodi di tranquillità. Man mano che il vulcano invecchia i fenomeni eruttivi si manifestano a intervalli sempre più lunghi, fino ad arrivare alla fase di quiescenza, caratterizzata da emissioni di gas e vapori, che può durare tempi lunghissimi. L’ultima fase è la morte del vulcano che avviene quando il magma del bacino si esaurisce. In alcuni casi, quando il bacino magmatico si svuota, durante un’eruzione esplosiva particolarmente violenta si forma una caldera, cioè una grande conca circolare dovuta al crollo delle pareti del vulcano ( e ). All’interno della caldera può formarsi un lago o entrare l’acqua del mare ( f ). Gli scienziati hanno classifi - cato i vulcani in base alla loro fase di vita in: attivi, quiescenti, estinti o spenti. HAI CAPITO CHE... Le fasi di vita di un vulcano sono: attività, quiescenza e morte (esaurimento del magma). >> VERSO LE COMPETENZETrai informazioni da una cartinaOsserva la cartina con la distribuzione dei vulcani in Italia e completa la tabella classificandoli in attivi, spenti e quiescenti.
3 La “vita” di un vulcano Le eruzioni vulcaniche sono la fase più spettacolare della vita di un vulcano ma si tratta di eventi rari e spesso distanziati nel tempo.Che cosa avviene prima e dopo le eruzioni? Come nasce un vulcano?A grandi profondità il magma si trova all’interno di bacini a temperature e pressioni molto alte. Tali pressioni mantengono il magma allo stato solido ( a ). È sufficiente una frattura interna delle rocce profonde per provocare un abbassamento della pressione: il magma fonde, passa allo stato liquido, aumenta di volume e si fa strada attraverso le spaccature delle rocce ( b ). Quando il magma arriva in superficie avviene l’eruzione. Man mano che il materiale eruttato si accumula sui fianchi, il vulcano cresce. Il vulcano è in attività ( c ). Nel corso della sua vita attiva si susseguono diverse eruzioni ( d ).Ogni eruzione è caratterizzata di solito da fasi che si ripetono, anche in modo diverso:- Fase premonitrice: caratterizzata da una serie di fenomeni come terremoti, boati, riscaldamento delle acque delle sorgenti in prossimità del vulcano; è dovuta alla risalita del magma verso la superficie.- Fase di esplosione: inizia con l’emissione di gas e vapori, poi il cratere si apre o si amplia con un boato e da esso fuoriesce una nube di materiale piroclastico.- Fase di deiezione: la lava trabocca dal cratere e si riversa lungo i fianchi del vulcano.- Fase di emanazione: vengono emessi gas e vapori che concludono l’attività vulcanica. Analizza Che cosa mantiene il magma allo stato solido all’interno del bacino magmatico?Che cosa provoca la risalita del magma? HAI CAPITO CHE... Una spaccatura delle rocce in profondità permette un cambio di pressione e il cambiamento di stato del magma che risale in superficie: è il fenomeno dell’eruzione vulcanica. Quali sono le fasi della vita di un vulcano?Per un vulcano dopo la fase di nascita segue la fase di attività, caratterizzata da eruzioni più o meno frequenti, intervallate da periodi di tranquillità. Man mano che il vulcano invecchia i fenomeni eruttivi si manifestano a intervalli sempre più lunghi, fino ad arrivare alla fase di quiescenza, caratterizzata da emissioni di gas e vapori, che può durare tempi lunghissimi. L’ultima fase è la morte del vulcano che avviene quando il magma del bacino si esaurisce. In alcuni casi, quando il bacino magmatico si svuota, durante un’eruzione esplosiva particolarmente violenta si forma una caldera, cioè una grande conca circolare dovuta al crollo delle pareti del vulcano ( e ). All’interno della caldera può formarsi un lago o entrare l’acqua del mare ( f ). Gli scienziati hanno classifi - cato i vulcani in base alla loro fase di vita in: attivi, quiescenti, estinti o spenti. HAI CAPITO CHE... Le fasi di vita di un vulcano sono: attività, quiescenza e morte (esaurimento del magma). >> VERSO LE COMPETENZETrai informazioni da una cartinaOsserva la cartina con la distribuzione dei vulcani in Italia e completa la tabella classificandoli in attivi, spenti e quiescenti.