6. L’illusione delle costellazioni

6 L’illusione delle costellazioni Che cosa sono le costellazioni? Nell’antichità gli astronomi osservando il cielo notturno pensarono di raggruppare le stelle che appaiono vicine, collegandole tra loro con dei tratti a formare figure mitologiche, animali reali o fantastici, oggetti d’uso più o meno comune; inventarono così le costellazioni. Sicuramente sai individuare nel cielo il Grande Carro, che fa parte dell’Orsa Maggiore, e il Piccolo Carro, che fa parte dell’Orsa Minore in cui c’è la famosa Stella Polare, che si trova proprio sul prolungamento dell’asse terrestre e indica il Nord. In realtà le costellazioni con le loro fantastiche figure, non esistono e sono solo illusioni ottiche dovute al fatto che a un osservatore sulla Terra tutte le stelle appaiono proiettate su di una semisfera immaginaria detta volta celeste (20). Le stelle che sembrano vicine tra loro possono non esserlo affatto. Analizza Quale forma ha il Grande Carro, visto dalla Terra? E visto da un altro punto di osservazione? Quale forma ha il Grande Carro,visto dalla Terra?E visto da un altro punto di osservazione? Le fotografie (21) e (22) sono state scattate nella stessa notte, a distanza di alcune ore, dalla stessa postazione. Il Grande Carro e il Piccolo Carro sembrano essersi spostati da est verso ovest, ruotando intorno alla Stella Polare che è il perno sul quale sembrano ruotare tutte le stelle, eccetto le costellazioni circumpolari, vicine alla stella polare, che sembrano girare in tondo. Altre costellazioni sembrano spostarsi da est verso ovest, sorgendo e tramontando nel corso della notte, proprio come il Sole nel suo moto apparente. Ciò accade perché tali gruppi di stelle occupano una parte della volta celeste più lontana dalla Stella Polare e la loro completa rotazione non è visibile alle nostre latitudini. Analizza Quali stelle sembrano muoversi? Quale stella rimane nella sua posizione? Perché accade il fenomeno? Le stelle hanno un moto proprio? Per distinguere le stelle dai pianeti durante l’osservazione del cielo, si afferma che le stelle sono riconoscibili perché mantengono la loro reciproca posizione senza allontanarsi o avvicinarsi tra loro. Di fatto non è così. Osserva le due illustrazioni che rappresentano il Grande Carro 10.000 anni fa e oggi (23). La posizione delle stelle è cambiata nel tempo! Anche le stelle quindi si muovono rispetto alla Terra, ma il loro movimento è talmente lento che appaiono nella stessa reciproca posizione per migliaia di anni. Che cosa sono le costellazioni dello zodiaco? Perché sono importanti?Anche se le costellazioni non corrispondono a una realtà astronomica, sono ancora oggi molto utili agli astronomi perché permettono di individuare con facilità un qualsiasi punto nel cielo; attualmente l’Unione Astronomica Internazionale riconosce 88 costellazioni, alcune delle quali sono quelle individuate dagli antichi Babilonesi. In particolare sono note a tutti le dodici costellazioni dello zodiaco (24), che occupano la fascia di volta celeste in cui apparentemente si muovono il Sole e i pianeti e in ciascuna delle quali il Sole sembra transitare in un mese all’anno. Naturalmente questo “transito” è la conseguenza del moto di rivoluzione terrestre intorno al Sole. Analizza Che cosa puoi dire della reciproca posizione delle stelle del Grande Carro? HAI CAPITO CHE... Le costellazioni sono figure (ispirate alla mitologia,ad animali veri o di fantasia, a oggetti) che si immaginano collegando tra loro stelle che appaiono vicine. In realtà si tratta di illusioni ottiche perché l’osservatore terrestre vede come vicine (in quanto proiettate sulla volta celeste) stelle che non lo sono. Le costellazioni sono utili agli astronomi per localizzare un punto nel cielo: le dodici costellazioni dello zodiaco occupano la fascia di cielo in cui sembrano muoversi il Sole e i pianeti a causa del moto di rivoluzione della Terra. >> VERSO LE COMPETENZE Ricerca il significato di… a. Astronomia b. Astrologia c. Astrofisica d. Cosmologia Scegli delle immagini in questo libro o su riviste di carattere scientifico che si adattano a commentare visivamente i quattro termini. >> LABORATORIO Realizza un modello per capire le costellazioni Materiali Un cartoncino rigido - filo da cucire - spillo (o punta del compasso) - sette perline forate. Esecuzione a. Riproduci sul cartoncino, ingrandendola, la costellazione del Grande Carro e numera le stelle come in figura. Con lo spillo pratica i fori in corrispondenza delle sette stelle. b. Taglia sette pezzi di filo con le seguenti misure (in cm): 7,4 - 12,2 - 15,7 - 19,2 - 20,1 - 27,4 - 26,1 c. Fai un nodo a una estremità di ciascun pezzo di filo e inserisci una perlina. Fai passare i vari pezzi di filo nei corrispondenti fori del cartoncino e fissa l’altra estremità con un nodo. Osserva il cartoncino dall’alto e di profilo. Risultati Osservando il cartoncino dall’alto vedi il Grande Carro così come ti appare nel cielo. Osservando il cartoncino di profilo vedi la posizione reale delle sette stelle del Grande Carro rappresentate dalle ………………… . Che cos’è il “segno zodiacale” Materiali 14 fogli da disegno - pennarelli. Esecuzione a. Disegna con l’aiuto dei tuoi compagni le dodici costellazioni dello Zodiaco, il Sole e la Terra, utilizzando i fogli da disegno. Un ragazzo impersona il Sole, un altro la Terra e altri dodici le costellazioni. Ognuno tiene tra le mani il disegno di ciò che rappresenta; i ragazzi-costellazione si dispongono in circolo (nell’ordine in cui le costellazioni appaiono nello zodiaco), il ragazzo- Sole si pone al centro con il ragazzo-Terra vicino. b. Il ragazzo-Terra ruota in senso antiorario intorno al Sole e su se stesso iniziando dalla posizione in cui vede dietro al ragazzo-Sole il ragazzo-Ariete. Tale posizione corrisponde all’incirca a quella che la Terra occupa nel mese di aprile. Il ragazzo-Terra si ferma ogni volta che vede il Sole “coprire” una costellazione e ne comunica il nome, poi ruota di 180° su se stesso e comunica il nome della costellazione esattamente di fronte a sé. Risultati Il segno zodiacale è rappresentato dalla costellazione che, a mezzogiorno del giorno di nascita, è situato esattamente dietro al Sole. Per l’astrologia il segno zodiacale influenza il carattere e il destino della persona. Ovviamente questa credenza non ha alcuna base scientifica! L’astrologia non è una scienza.
6 L’illusione delle costellazioni Che cosa sono le costellazioni? Nell’antichità gli astronomi osservando il cielo notturno pensarono di raggruppare le stelle che appaiono vicine, collegandole tra loro con dei tratti a formare figure mitologiche, animali reali o fantastici, oggetti d’uso più o meno comune; inventarono così le costellazioni. Sicuramente sai individuare nel cielo il Grande Carro, che fa parte dell’Orsa Maggiore, e il Piccolo Carro, che fa parte dell’Orsa Minore in cui c’è la famosa Stella Polare, che si trova proprio sul prolungamento dell’asse terrestre e indica il Nord. In realtà le costellazioni con le loro fantastiche figure, non esistono e sono solo illusioni ottiche dovute al fatto che a un osservatore sulla Terra tutte le stelle appaiono proiettate su di una semisfera immaginaria detta volta celeste (20). Le stelle che sembrano vicine tra loro possono non esserlo affatto. Analizza Quale forma ha il Grande Carro, visto dalla Terra? E visto da un altro punto di osservazione? Quale forma ha il Grande Carro,visto dalla Terra?E visto da un altro punto di osservazione? Le fotografie (21) e (22) sono state scattate nella stessa notte, a distanza di alcune ore, dalla stessa postazione. Il Grande Carro e il Piccolo Carro sembrano essersi spostati da est verso ovest, ruotando intorno alla Stella Polare che è il perno sul quale sembrano ruotare tutte le stelle, eccetto le costellazioni circumpolari, vicine alla stella polare, che sembrano girare in tondo. Altre costellazioni sembrano spostarsi da est verso ovest, sorgendo e tramontando nel corso della notte, proprio come il Sole nel suo moto apparente. Ciò accade perché tali gruppi di stelle occupano una parte della volta celeste più lontana dalla Stella Polare e la loro completa rotazione non è visibile alle nostre latitudini. Analizza Quali stelle sembrano muoversi? Quale stella rimane nella sua posizione? Perché accade il fenomeno? Le stelle hanno un moto proprio? Per distinguere le stelle dai pianeti durante l’osservazione del cielo, si afferma che le stelle sono riconoscibili perché mantengono la loro reciproca posizione senza allontanarsi o avvicinarsi tra loro. Di fatto non è così. Osserva le due illustrazioni che rappresentano il Grande Carro 10.000 anni fa e oggi (23). La posizione delle stelle è cambiata nel tempo! Anche le stelle quindi si muovono rispetto alla Terra, ma il loro movimento è talmente lento che appaiono nella stessa reciproca posizione per migliaia di anni. Che cosa sono le costellazioni dello zodiaco? Perché sono importanti?Anche se le costellazioni non corrispondono a una realtà astronomica, sono ancora oggi molto utili agli astronomi perché permettono di individuare con facilità un qualsiasi punto nel cielo; attualmente l’Unione Astronomica Internazionale riconosce 88 costellazioni, alcune delle quali sono quelle individuate dagli antichi Babilonesi. In particolare sono note a tutti le dodici costellazioni dello zodiaco (24), che occupano la fascia di volta celeste in cui apparentemente si muovono il Sole e i pianeti e in ciascuna delle quali il Sole sembra transitare in un mese all’anno. Naturalmente questo “transito” è la conseguenza del moto di rivoluzione terrestre intorno al Sole. Analizza Che cosa puoi dire della reciproca posizione delle stelle del Grande Carro? HAI CAPITO CHE... Le costellazioni sono figure (ispirate alla mitologia,ad animali veri o di fantasia, a oggetti) che si immaginano collegando tra loro stelle che appaiono vicine. In realtà si tratta di illusioni ottiche perché l’osservatore terrestre vede come vicine (in quanto proiettate sulla volta celeste) stelle che non lo sono. Le costellazioni sono utili agli astronomi per localizzare un punto nel cielo: le dodici costellazioni dello zodiaco occupano la fascia di cielo in cui sembrano muoversi il Sole e i pianeti a causa del moto di rivoluzione della Terra. >> VERSO LE COMPETENZE Ricerca il significato di… a. Astronomia b. Astrologia c. Astrofisica d. Cosmologia Scegli delle immagini in questo libro o su riviste di carattere scientifico che si adattano a commentare visivamente i quattro termini. >> LABORATORIO Realizza un modello per capire le costellazioni Materiali Un cartoncino rigido - filo da cucire - spillo (o punta del compasso) - sette perline forate. Esecuzione a. Riproduci sul cartoncino, ingrandendola, la costellazione del Grande Carro e numera le stelle come in figura. Con lo spillo pratica i fori in corrispondenza delle sette stelle. b. Taglia sette pezzi di filo con le seguenti misure (in cm): 7,4 - 12,2 - 15,7 - 19,2 - 20,1 - 27,4 - 26,1 c. Fai un nodo a una estremità di ciascun pezzo di filo e inserisci una perlina. Fai passare i vari pezzi di filo nei corrispondenti fori del cartoncino e fissa l’altra estremità con un nodo. Osserva il cartoncino dall’alto e di profilo. Risultati Osservando il cartoncino dall’alto vedi il Grande Carro così come ti appare nel cielo. Osservando il cartoncino di profilo vedi la posizione reale delle sette stelle del Grande Carro rappresentate dalle ………………… . Che cos’è il “segno zodiacale” Materiali 14 fogli da disegno - pennarelli. Esecuzione a. Disegna con l’aiuto dei tuoi compagni le dodici costellazioni dello Zodiaco, il Sole e la Terra, utilizzando i fogli da disegno. Un ragazzo impersona il Sole, un altro la Terra e altri dodici le costellazioni. Ognuno tiene tra le mani il disegno di ciò che rappresenta; i ragazzi-costellazione si dispongono in circolo (nell’ordine in cui le costellazioni appaiono nello zodiaco), il ragazzo- Sole si pone al centro con il ragazzo-Terra vicino. b. Il ragazzo-Terra ruota in senso antiorario intorno al Sole e su se stesso iniziando dalla posizione in cui vede dietro al ragazzo-Sole il ragazzo-Ariete. Tale posizione corrisponde all’incirca a quella che la Terra occupa nel mese di aprile. Il ragazzo-Terra si ferma ogni volta che vede il Sole “coprire” una costellazione e ne comunica il nome, poi ruota di 180° su se stesso e comunica il nome della costellazione esattamente di fronte a sé. Risultati Il segno zodiacale è rappresentato dalla costellazione che, a mezzogiorno del giorno di nascita, è situato esattamente dietro al Sole. Per l’astrologia il segno zodiacale influenza il carattere e il destino della persona. Ovviamente questa credenza non ha alcuna base scientifica! L’astrologia non è una scienza.