3. La rotazione terrestre

3 La rotazione terrestre OSSERVA In un aula che ha le finestre rivolte verso est, ogni mattina, nelle giornate serene, bisogna abbassare le tapparelle per evitare che la luce del Sole dia fastidio ai ragazzi che hanno i banchi vicino alle finestre ( a ). In tarda mattinata si possono tirare su le tapparelle perché il Sole è ormai alto nel cielo ( b ) ed è visibile solo da un corridoio con le finestre rivolte a ovest. La sensazione che si ha osservando il fenomeno è che il Sole giri intorno alla Terra. Il moto che il Sole compie nel cielo, da quando sorge, a est, a quando tramonta, a ovest, è un moto apparente: in realtà è la Terra che gira su se stessa, intorno al proprio asse. Tale movimento, detto rotazione terrestre, avviene in senso antiorario, da ovest verso est, con una velocità di circa 1600 km/h. Per compiere una rotazione completa la Terra impiega 24 ore: questo periodo di tempo è chiamato giorno. Analizza Perché nell aula esposta a est le tapparelle sono abbassate? Dove sorge il Sole? In quale zona del cielo si trova il Sole verso le 11? Verso quale punto cardinale tramonta il Sole? a SCOPRI OSSERVA 184 1 84 B LLA AT TERRA ER E RR RA A b Quali conseguenze ha il moto di rotazione terrestre? Una delle conseguenze del moto di rotazione della Terra è proprio il moto apparente del Sole. Anche le altre stelle, se le osservi più volte in una stessa notte, sembrano spostarsi nel cielo descrivendo archi apparenti. Un altra conseguenza è l alternarsi del dì e della notte durante un giorno. Per capire come avviene, analizza l esperimento nella pagina a fianco: la lampada da tavolo è un modello di Sole; il mappamondo rappresenta la Terra in rotazione da ovest verso est. Durante la simulazione non tutti i punti della Terra sono illuminati contemporaneamente: la circonferenza che delimita l emisfero oscuro da quello illuminato si dice circolo d illuminazione; nei punti al buio è notte, in quelli illuminati è dì. Nella realtà ciò accade perché i raggi del Sole arrivano paralleli sulla Terra e la illuminano a metà.
3. La rotazione terrestre