8. Il genere Homo

8 Il genere Homo SCOPRI Quando comparvero i primi rappresentanti del genere Homo? Quali furono? -2,3 / -1,5 MA 8.1 L Homo habilis Nel 1964, a Olduvai (Tanzania), lo studioso Louis Leakey scoprì alcuni resti di ominidi vissuti da 2,3 a 1,5 milioni di anni fa. Confrontati con gli australopitechi, questi ominidi presentavano parecchie differenze: avevano il viso meno sporgente, il mento più corto, i denti più piccoli, il naso meno pronunciato e una maggiore capacità cranica (650 cm3). Questi resti fossili vennero classificati nella specie Homo habilis. Nel 2013 nella regione di Afar, in Etiopia, sono stati trovati dei resti fossili di mandibole dell Homo habilis datate 2,8-2,75 milioni di anni. Questa scoperta ha stabilito quindi che i primi rappresentanti del genere Homo erano già sulla Terra 500.000 anni prima. Con il genere Homo inizia la Preistoria, periodo della storia che precede le prime testimonianze scritte lasciate dall uomo e del quale è impossibile stabilire la durata. Grazie a calchi di gesso, gli scienziati hanno potuto risalire, a grandi linee, alla forma del cervello; si è visto allora che l emisfero sinistro degli appartenenti al genere Homo era più sviluppato di quello degli australopitechi e poiché nell uomo l emisfero sinistro è sede del linguaggio, si può supporre che l Homo habilis fosse capace di comunicare emettendo pochi e semplici suoni. Accanto ai resti fossili sono stati ritrovati semplici utensili di pietra e tracce di rudimentali strutture abitative; l Homo habilis era dunque capace di progettare e costruire strumenti, anche se molto semplici. 8.2 L Homo erectus -1,8 / -0,5 MA 294 Unità 11 Alcune forme di Homo habilis, circa 1,8 milioni di anni fa diedero origine alla specie Homo erectus. L Homo erectus aveva capacità cranica di circa 1000 cm3 e possedeva denti di forma simile a quelli dell uomo moderno ( 22 ). Era capace di fabbricarsi attrezzi, di costruirsi ripari sotto la roccia e di controllare il fuoco. probabile che l Homo erectus abbia fatto del focolare un centro di vita sociale, riunendosi attorno al fuoco con i compagni per scambiare esperienze o per organizzare la vita del gruppo. Ciò ha favorito lo sviluppo del linguaggio 22 Cranio di Homo erectus e la nascita di nuove e complesse facoltà psichi- ritrovato in Kenya nel 1972. che. La scoperta del fuoco e probabilmente i ponti di terra formatisi per il ritiro delle acque del mare durante la prima glaciazione avrebbero inoltre favorito la migrazione dell Homo erectus verso l Oriente e verso l Europa, dove sarebbe giunto circa 800.000 anni fa. Molti studiosi ipotizzano che da queste popolazioni di migratori si siano differenziate altre specie delle quali si sono ritrovati resti fossili: l Homo antecessor e l Homo heidelbergensis, che visse in Germania, Francia, Grecia e Spagna fino a 300.000 anni fa.
8. Il genere Homo