L’EVOLUZIONE PER SELEZIONE NATURALE

Compito 10 - Nasce una nuova specie L’uomo può facilitare la formazione di nuove specie attraverso la modifica degli habitat delle specie esistenti, o intervenendo sulle loro abitudini nutrizionali o comportamentali. Tuttavia, tali nuove specie non possono sostituire quelle di cui l’uomo causa l’estinzione. >> COMPITO DI REALTÀ Immagina come potresti, partendo da una specie esistente, farne emergere una nuova.Materiali- Computer- Cartellone- Libro di testoTempi- 2 ore a casa- 2 ore in classeOrganizzazione- Singolarmente- In gruppoCompetenze chiave- Imparare ad imparare- Competenze matematiche e scientifiche- Competenze sociali e civiche- Spirito di iniziativa- Competenze digitali- Comunicazione nella madrelingua- Consapevolezza ed espressione culturale I passi 1 Amplia le tue conoscenze2 Progetta la nascita di una nuova specie3 Prepara in gruppo la presentazione del lavoro svolto4 Confrontati con gli altri gruppi della classe 1 Amplia le tue conoscenzeLe attività umane influenzano l’evoluzione delle specie con la creazione di nuovi ecosistemi. Un esempio è quello della “zanzara della metropolitana di Londra” (inizialmente denominata Culex pipiens molestus, sottospecie della Pipiens, oggi solo Culex molestus, una nuova specie) che, oltre a possedere un DNA diverso, non è più in grado nemmeno di accoppiarsi con le zanzare che vivono in superficie. Siamo quindi di fronte a una nuova specie, formatasi in tempi brevi. Tale zanzara è stata osservata per la prima volta durante la Seconda guerra mondiale, quando migliaia di cittadini londinesi cercavano riparo dai bombardamenti nei già allora numerosi tunnel per il trasposto pubblico della città.La tabella sotto riportata mostra le differenze tra le due specie.Ricerca immagini delle due zanzare.Quali tipi di isolamento hanno portato alla nuova specie?2 Progetta la nascita di una nuova specieScegli, insieme ai tuoi compagni di gruppo, un animale o una pianta selvatici. Cercane il nome scientifico e recupera informazioni circa l’habitat in cui vive, le sue abitudini alimentari, la riproduzione, il comportamento. Progetta ora come intervenire per formare una nuova specie e attribuiscile un nome scientifico. Scrivi un breve testo che elenchi le caratteristiche che la distinguono dalla specie originaria (un nuovo habitat, diverse abitudini alimentari, variazione nella riproduzione e nel comportamento ecc.), poi fai un disegno per rappresentarne un esemplare.3 Prepara in gruppo la presentazione del lavoro svoltoIn classe, con i tuoi compagni, prepara un cartellone, un filmato, una presentazione multimediale che illustri il lavoro che hai svolto.4 Confrontati con gli altri gruppi della classeIllustra il prodotto del lavoro del tuo gruppo alla classe e discuti con loro sulla correttezza del tuo lavoro o sugli errori commessi. Autobiografia cognitiva Ripensa al tuo percorso NOME ……………….……...…….............……. COGNOME ……………….………….............…....…. CLASSE ……………. DATA ……………. Titolo del compito di realtà ………….....................................................………………………………………………………........………………… (Rispondi alle domande ricordando che non esiste una risposta esatta e che non è prevista una valutazione) Quali argomenti hai affrontato? Quali hai trovato facili e quali difficili? 1. ……………………………….………………………………. ☐ Facile ☐ Difficile 2. ……………………………….………………………………. ☐ Facile ☐ Difficile 3. ……………………………….………………………………. ☐ Facile ☐ Difficile 4. ……………………………….………………………………. ☐ Facile ☐ Difficile 5. ………………………....……….…………………………… ☐ Facile ☐ Difficile 1. Ciò che sapevi ti è servito per sviluppare l’argomento? ☐ Sì ☐ No ☐ In parte 2. Hai saputo selezionare nuove risorse utili allo svolgimento del compito? ☐ Sì ☐ No ☐ In parte 3. Che cosa hai scoperto di saper fare meglio dei tuoi compagni? 4. Quali difficoltà hai incontrato? Come le hai superate? 5. Pensi che il lavoro finale prodotto sia: In che cosa poteva essere migliorato? ☐ ottimo ☐ buono ☐ sufficiente ☐ insufficiente 6. Pensi che il tempo a tua disposizione sia stato: ☐ ottimo ☐ buono ☐ sufficiente ☐ insufficiente 7. Hai lavorato in modo attento e costante? ☐ Sì ☐ No ☐ In parte 8. Hai collaborato in modo attivo ed efficace con i tuoi compagni di gruppo? ☐ Sì ☐ No ☐ In parte 9. Ritieni che l’attività svolta ti sia stata utile? ☐ Sì ☐ No ☐ In parte 10. Durante l’attività ti sei posto altre domande alle quali vorresti dare risposta? Quali? ☐ Sì ☐ No
Compito 10 - Nasce una nuova specie L’uomo può facilitare la formazione di nuove specie attraverso la modifica degli habitat delle specie esistenti, o intervenendo sulle loro abitudini nutrizionali o comportamentali. Tuttavia, tali nuove specie non possono sostituire quelle di cui l’uomo causa l’estinzione. >> COMPITO DI REALTÀ Immagina come potresti, partendo da una specie esistente, farne emergere una nuova.Materiali- Computer- Cartellone- Libro di testoTempi- 2 ore a casa- 2 ore in classeOrganizzazione- Singolarmente- In gruppoCompetenze chiave- Imparare ad imparare- Competenze matematiche e scientifiche- Competenze sociali e civiche- Spirito di iniziativa- Competenze digitali- Comunicazione nella madrelingua- Consapevolezza ed espressione culturale I passi 1 Amplia le tue conoscenze2 Progetta la nascita di una nuova specie3 Prepara in gruppo la presentazione del lavoro svolto4 Confrontati con gli altri gruppi della classe 1 Amplia le tue conoscenzeLe attività umane influenzano l’evoluzione delle specie con la creazione di nuovi ecosistemi. Un esempio è quello della “zanzara della metropolitana di Londra” (inizialmente denominata Culex pipiens molestus, sottospecie della Pipiens, oggi solo Culex molestus, una nuova specie) che, oltre a possedere un DNA diverso, non è più in grado nemmeno di accoppiarsi con le zanzare che vivono in superficie. Siamo quindi di fronte a una nuova specie, formatasi in tempi brevi. Tale zanzara è stata osservata per la prima volta durante la Seconda guerra mondiale, quando migliaia di cittadini londinesi cercavano riparo dai bombardamenti nei già allora numerosi tunnel per il trasposto pubblico della città.La tabella sotto riportata mostra le differenze tra le due specie.Ricerca immagini delle due zanzare.Quali tipi di isolamento hanno portato alla nuova specie?2 Progetta la nascita di una nuova specieScegli, insieme ai tuoi compagni di gruppo, un animale o una pianta selvatici. Cercane il nome scientifico e recupera informazioni circa l’habitat in cui vive, le sue abitudini alimentari, la riproduzione, il comportamento. Progetta ora come intervenire per formare una nuova specie e attribuiscile un nome scientifico. Scrivi un breve testo che elenchi le caratteristiche che la distinguono dalla specie originaria (un nuovo habitat, diverse abitudini alimentari, variazione nella riproduzione e nel comportamento ecc.), poi fai un disegno per rappresentarne un esemplare.3 Prepara in gruppo la presentazione del lavoro svoltoIn classe, con i tuoi compagni, prepara un cartellone, un filmato, una presentazione multimediale che illustri il lavoro che hai svolto.4 Confrontati con gli altri gruppi della classeIllustra il prodotto del lavoro del tuo gruppo alla classe e discuti con loro sulla correttezza del tuo lavoro o sugli errori commessi. Autobiografia cognitiva Ripensa al tuo percorso NOME ……………….……...…….............…….  COGNOME ……………….………….............…....….  CLASSE …………….  DATA ……………. Titolo del compito di realtà ………….....................................................………………………………………………………........………………… (Rispondi alle domande ricordando che non esiste una risposta esatta e che non è prevista una valutazione) Quali argomenti hai affrontato? Quali hai trovato facili e quali difficili? 1. ……………………………….………………………………. ☐ Facile ☐ Difficile 2. ……………………………….………………………………. ☐ Facile ☐ Difficile 3. ……………………………….………………………………. ☐ Facile ☐ Difficile 4. ……………………………….………………………………. ☐ Facile ☐ Difficile 5. ………………………....……….…………………………… ☐ Facile ☐ Difficile 1. Ciò che sapevi ti è servito per sviluppare l’argomento? ☐ Sì  ☐ No  ☐ In parte 2. Hai saputo selezionare nuove risorse utili allo svolgimento del compito? ☐ Sì  ☐ No  ☐ In parte 3. Che cosa hai scoperto di saper fare meglio dei tuoi compagni? 4. Quali difficoltà hai incontrato? Come le hai superate? 5. Pensi che il lavoro finale prodotto sia: In che cosa poteva essere migliorato? ☐ ottimo  ☐ buono  ☐ sufficiente ☐ insufficiente 6. Pensi che il tempo a tua disposizione sia stato: ☐ ottimo  ☐ buono  ☐ sufficiente ☐ insufficiente 7. Hai lavorato in modo attento e costante? ☐ Sì  ☐ No  ☐ In parte 8. Hai collaborato in modo attivo ed efficace con i tuoi compagni di gruppo? ☐ Sì  ☐ No  ☐ In parte 9. Ritieni che l’attività svolta ti sia stata utile? ☐ Sì  ☐ No  ☐ In parte 10. Durante l’attività ti sei posto altre domande alle quali vorresti dare risposta? Quali? ☐ Sì  ☐ No